La Capannina

rigo rosso sotto i titoli

Il 16 luglio del 1955 viene inaugurato un luogo che da subito entrerà nell’anima dei bottegonesi e non solo, andando a rappresentare il cuore di questo piccolo ma caratteristico paesino della provincia di Pistoia.

La Capannina sorge per offrire alla popolazione uno spazio dedicato, dove poter condividere idee politiche, sociali e culturali, oltre ad un luogo di aggregazione e condivisione dopo il dramma della guerra.
Questo è diventato da subito il simbolo dell’adesione collettiva di questa frazione, nato dalla volontà di consolidare lo spirito unitario dei suoi abitanti.
Anche il nome che venne scelto per questo luogo, esprime chiaramente la volontà di celebrare l’identità agricola di questa zona, per meglio sottolineare il suo carattere comunitario.
Ogni frammento di questo posto è dunque il manifesto evidente di un pensiero che è stato il fondamento di un luogo storico, giunto fino a noi ancora intatto nello spirito.